URBAN METROPOLITAN

Per chi sente un bisogno profondo di disordine, per la libertà di comunicare la propria personalità attraverso la libertà di "vestire". Per ri-scrivere la storia di una donna nuova, normale, chiusa dentro se stessa, che esce dal suo micro-habitat quotidiano e rimane colpita dalla realtà "moderna" per la sua scomodità ben progettata che è messa a sua disposizione, oggetti, mezzi, servizi, obbligati e necessari per quanto scomodi, sconosciuti, non coinvolgenti e non amati.

Per chi è individualista per vocazione e protagonista di una generazione che oscilla tra l' "IO" ed il "NOI" secondo modalità che di volta in volta definiscono centri di interesse, momenti di aggregazione, situazioni di creatività...

PLASMARE LA MATERIA PER DARLE CARATTERE E NUOVA VITA